back

"Le mani della città", presentazione ufficiale del libro di Claudia Pajewski

  • Date February 28, 2018
  • Room GSSI Main Lecture Hall
  • Speaker many speakers
  • Area All Areas

Mercoledì 28 febbraio alle ore 18.30 presso il Gran Sasso Science Institute verrà presentato ufficialmente il libro "Le mani della città", edito da Drago grazie al contributo del Gran Sasso Science Institute e della Fillea CGIL della Provincia dell’Aquila, risultato di un progetto indipendente realizzato dalla fotografa tra il 2014 e il 2017 a L'Aquila. 

Durante l'incontro, interverranno: Claudia Pajewski, autrice del libro; Fabrizio Barca, economista; Michela Becchis, curatrice e storica dell’Arte; Eugenio Coccia, rettore del GSSI;  Piotr Hanzelewicz, artista; Maria Giovanna Musso, docente presso la Facoltà di Sociologia "Sapienza" Università di Roma; Paulo von Vacano, editore; Emanuele Verrocchi, segretario Fillea-Cgil Provincia dell'Aquila. Modera l'incontro Oscar Buonamano, vice Presidente dell'Ordine dei Giornalisti Abruzzo. 

Il progetto "Le mani della città" è nato a L’Aquila, una città immobile e silente per anni dopo il terremoto. Poi, d’improvviso, ormai quattro anni fa, comincia la ricostruzione, arrivano le gru, tante, moltissime anzi, a fare da tramite tra la città distrutta e il cielo. Ma una città non si ricostruisce, viene ricostruita da migliaia di uomini, migliaia di mani. Quelle che Pajewski chiama, appunto, “Le mani della città”. Le mani, gli sguardi intensi delimitati dalla profondità buia degli interni e dei cortili tutti da ricostruire; i volti, illuminati da quella luce nitida e limpida che è tipica della città e delle foto di Claudia, volti che volentieri interloquiscono con la macchina fotografica, diretti e schivi al tempo; i corpi infagottati e con i caschetti incalcati sulle teste, inquadrati dalle infinite e rigide geometrie dei tubi Innocenti. Oggi il capoluogo abruzzese è il cantiere edile più grande d’Europa, popolato da migliaia di uomini impegnati nei lavori di ricostruzione. "Le mani della città" sono le mani di questa nuova cittadinanza - locale, straniera e migrante - che le fotografie di Claudia Pajewski documentano nel dinamismo del lavoro quotidiano, senza rassegnazione o vittimismo. L’artista, da sempre interessata al corpo e al suo linguaggio, ha immortalato tra macerie e frammenti di esistenza la volontà di metamorfosi e riscatto che accomuna queste vite al destino dell’Aquila.


On Wednesday 28th February at 6.30 pm at the GSSI Main Lecture Hall, the book "Le mani della città" (The Hands of the City) by Claudia Pajewski will be officially presented. Published by Drago thanks to the contribution of the Gran Sasso Science Institute and Fillea CGIL of the Province of L'Aquila, the book is the result of an independent project made by the photographer between 2014 and 2017 in L'Aquila. 

Speakers of the event: Claudia Pajewski, author of the book; Fabrizio Barca, economist; Michela Becchis, curator and art historian; Eugenio Coccia, Rector of the GSSI; Piotr Hanzelewicz, artist; Maria Giovanna Musso, lecturer at the Faculty of Sociology "Sapienza" University of Rome; Paulo von Vacano, publisher; Emanuele Verrocchi, Secretary of Fillea-Cgil Province of L'Aquila.

The project "Le mani della città" was born in L'Aquila, an immobile and silent city for years after the earthquake. Then, suddenly, four years ago, the reconstruction began, many cranes arrived to act as an intermediary between the destroyed city and the sky. But a city can not be rebuilt without the efforts of thousands of men, thousands of hands.

"The hands of the city" are photographs by Claudia Pajewski documenting the dynamism of daily work, without resignation or victimization. The artist, who has always been interested in artistic languages, has immortalized the desire for metamorphosis and redemption that unites these lives with the fate of L'Aquila among the ruins and fragments of existence.