GSSI impact


Knowledge, education and research are always drivers of economic growth but in the case of GSSI the socio-economic return has a special place among our goals.

At first, the GSSI intends to attract Italian and international students, thereby contributing to making the city of L’Aquila an internationally recognized location for high-level education. This will be further enhanced by strong links with the local University, whose students will have the possibility to attend courses for undergraduates at the Institute. A fraction of talented youths and researchers attracted by GSSI may eventually choose L'Aquila as their residence, thus enriching the knowledge capital of the city in a permanent way. They will add economic value to the area by working in existing organizations or creating new ones. For this purpose, the GSSI has a dedicated service, the Industrial Liaison Office (GSSI-ILO), that will foster links between research and the productive sector.

The research carried out at GSSI has a high potential of socio-economic impact, by addressing topics such as Urban Studies or complex systems analysis using different approaches (physics, computing or mathematics). Our aim is to create usable knowledge and innovative methodologies that can be shared with local policy makers and contribute to make L’Aquila a “smart city”, a better place to live.

Finally, we want our headquarters to be an open and welcoming place for all visitors. We regularly organize open workshops, public conferences, outreach events and exhibitions, to engage citizens and share our passion for knowledge and the findings of our research with the society at all.


L’Aquila as a knowledge-driven city: higher education and research

The economic base of the city, the presence of the University and other cultural and research centers allow to revision L’Aquila as a knowledge-drive city

The economic and social structure of L’Aquila allows to revision the city a knowledge-driven city of national and international significance, as already stated in previous OECD work (OECD 2009). First, it hosts a large university; second, it hosts the word-renowned Laboratory of Gran Sasso and the newly established Gran Sasso Science Institute (GSSI doctoral school); third, as any other capital city hosts the production of services with a high content of human capital.
With a knowledge-driven city we mean a city in which a significant share of employment is directly or indirectly accounted for by production processes that use highly skilled human capital. Yet knowledge goods are very complex to produce, and their production, as private or public goods, requires to be supported by long-term policies, and the knowledge sector is very much sensitive to the general condition of the city, in particular quality of life, environmental sustainability, and cultural openness.
In the case of L’Aquila, the knowledge sector has a key position in the economy of the city. The university sector was, before 2009 earthquake, one of the most important components of the economic base and its expansion should be considered of the over-riding importance.
That L’Aquila should re-brand itself as a knowledge-driven city is also confirmed by citizens’ preferences, as expressed both in the OECD-University of Groningen Community Survey and in public meetings. 

[...]

The recently established doctoral school linked to the Gran Sasso National Laboratory can make the city even more identifiable as a place of research

The presence in the city of the world-renowned Gran Sasso National Laboratory of the Italian National Institute of Nuclear Physics significantly adds to the reputation of L’Aquila as a city of research. Over the years, and against the background of the internationally recognised excellence of the physics community, the Gran Sasso national Laboratory has established itself as a research premise of undisputable significance, giving to L’Aquila a very special signature.
The National Institute of Nuclear Physics has recently launched a new-interdisciplinary research center and international doctoral school – the Gran Sasso Science Institute (GSSI) – that the three years will have about 100 doctoral students and more than 20 post-doctoral researchers. The GSSI will be located in L’Aquila, and it will make the city even more identifiable as place of research in the world, generating strong synergies with the university.

From OECD (2013), Policy Making after Disasters: Helping Regions Become Resilient - The Case of Post-Earthquake Abruzzo, OECD Publishing. Link to the official report (in italian).

La conoscenza, l'istruzione e la ricerca sono sempre motori di crescita economica. Nel caso del GSSI l'impatto socio-economico ha un posto prioritario tra gli obiettivi prefissati.

In primo luogo, il GSSI funge da attrattore per studenti italiani e stranieri, contribuendo così a rendere la città dell’Aquila un luogo riconosciuto a livello internazionale per la formazione superiore. Tale obiettivo è ulteriormente rafforzato dall’esistenza di forti legami con l’Università dell’Aquila, i cui studenti hanno la possibilità di frequentare corsi presso l’Istituto. Inoltre, i giovani di talento che il GSSI contribuisce ad attirare potrà rimanere a L'Aquila, arricchendo in modo stabile il capitale di conoscenza del territorio. Tutte queste persone creeranno valore economico e sociale, lavorando in imprese e realtà esistenti o creandone di nuove.

La ricerca condotta al GSSI ha un alto potenziale di impatto socio-economico, affrontando temi nuovi e attuali come gli studi urbani o lo studio dei sistemi complessi con approcci diversi (fisica, informatica o matematica). In più, il GSSI dispone di un servizio dedicato a favorire i rapporti tra la ricerca e il tessuto produttivo nazionale e internazionale.

Il nostro obiettivo è quello di creare conoscenza utile e condivisibile e contribuire a rendere L’Aquila un posto migliore, una smart city vivibile e attraente.

Il GSSI auspica che la sua sede diventi un luogo d’incontro e scambio sociale e culturale accogliente e sempre aperto ai visitatori. Per questo l’Istituto organizza regolarmente seminari, conferenze pubbliche, eventi e mostre, in modo da condividere con tutta la cittadinanza la passione per la conoscenza e i risultati della ricerca.

 


L’Aquila, città della conoscenza: istruzione superiore e ricerca

La struttura economica della città, la presenza dell’Università e di altri centri culturali e di ricerca fanno dell’Aquila una città della conoscenza

Grazie alla sua struttura economica e sociale, L’Aquila può essere definita una “città trainata dalla conoscenza” di rilevanza nazionale e internazionale, come ribadito in precedenti studi dell’OCSE (2009). Essa ospita, in primo luogo, una grande università e, in secondo luogo, i famosi Laboratori del Gran Sasso e il recente Gran Sasso Science Institute (GSSI), Scuola Superiore per Dottorati; in terzo luogo, come gli altri capoluoghi, ospita la produzione di servizi ad alto contenuto di capitale umano.

Per città della conoscenza si intende una città in cui una quota significativa di posti di lavoro è direttamente o indirettamente legata ai processi di produzione che utilizzano capitale umano altamente qualificato. Questi beni, tuttavia, sottintendono un processo produttivo molto complicato e la loro produzione, che si tratti di beni pubblici op privati, deve essere sostenuta da politiche a lungo termine. Si tratta, inoltre, di un settore molto sensibile rispetto alla condizione generale della città., in particolar modo alla qualità della vita, alla sostenibilità ambientale e all’apertura culturale.

Nel caso dell’Aquila, il “settore della conoscenza” ha una posizione chiave per l’economia della città. Prima del terremoto del 2009, il settore universitario era il terzo pilastro della struttura economica cittadina e il suo sviluppo riveste primaria importanza.

Il posizionamento dell’Aquila come città della conoscenza è stato anche ribadito dagli stessi cittadini sia nell’indagine OCSE-Università di Groningen, sia in incontri pubblici.

[...]

La recente scuola superiore per dottorati, associata ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso, rafforza l’identità dell’Aquila come centro di ricerca

La presenza in città dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, di fama mondiale, legati all’Istituto Nazionale di Fisica Nazionale, valorizza in modo significativo la reputazione di città della ricerca dell’Aquila. Nel corso degli anni e in un contesto di eccellenza riconosciuto a livello internazionale alla comunità scientifica, i Laboratori nazionali del Gran Sasso si sono affermati come un centro di ricerca di rilevanza indiscutibile conferendo all’Aquila una posizione privilegiata.

L’Istituto nazionale di Fisica Nucleare ha recentemente istituito un nuovo centro di ricerca interdisciplinare e internazionale e una scuola superiore per dottorati, il Gran Sasso Science Institute (GSSI), che nei prossimi tre anni  avrà circa 100 dottorandi e oltre 20 ricercatori post-dottorato in più. Il GSSI avrà sede a L’Aquila e renderà la città ancora più identificabile come luogo di rilevanza mondiale, generando forti sinergie con l’Università.

Fonte: OECD (2013), L’azione delle politiche a seguito di disastri naturali: aiutare le regioni a sviluppare resilienza – Il caso dell’Abruzzo post-terremoto, OECD Publishing. Clicca qui per il documento ufficiale.