Saturday, 21 April 2018 back

Premio Asimov 2018: il 21 aprile l’annuncio dei vincitori

Oltre 2300 studenti, provenienti da 68 scuole superiori e da 7 regioni italiane, hanno letto, recensito e votato i cinque libri in lizza per la terza edizione del Premio Asimov per l'editoria scientifica divulgativa. Il vincitore verrà proclamato sabato 21 aprile con una cerimonia congiunta a L’Aquila, Camerino, Perugia, Lecce, Catania, Cagliari, Cosenza.

Istituito e organizzato per la prima volta nel 2016 in Abruzzo dal Gran Sasso Science Institute (GSSI) dell’Aquila, il Premio Asimov si è ampliato nella seconda edizione con oltre 1400 partecipazioni da Puglia, Abruzzo e Sardegna. L’edizione 2018 ha coinvolto ben sette regioni italiane grazie all’adesione al Premio anche di Marche, Umbria, Calabria e Sicilia.
Anche in questa edizione, il Premio ha puntato sul format che vede coinvolti gli studenti di 68 scuole sul territorio nazionale, sia nella veste di giurati - chiamati a scegliere la migliore opera di divulgazione scientifica pubblicata nel 2017 - sia in quella di concorrenti. Gli autori e le autrici delle migliori recensioni saranno annunciati il 21 aprile prossimo.

Sono stati gli oltre 2300 voti espressi dagli studenti a decretare l’autore vincitore del Premio Asimov 2018.
Per l’occasione è stato costituito un Comitato Scientifico multidisciplinare di docenti, ricercatori, scrittori e giornalisti provenienti da importanti realtà scientifiche e culturali nazionali tra cui Radio 3 Scienza, CICAP e CNR. Circa 200 recensioni per regione sono state ammesse alla prima fase di valutazione; ognuna di queste recensioni è stata letta e votata da quattro membri del Comitato Scientifico appartenenti ad un’altra regione.

Il primo anno il riconoscimento come autore della migliore opera di divulgazione scientifica è andato al chimico inglese Peter Atkins, premiato dagli studenti abruzzesi per il libro Che cos’è la chimica? (Zanichelli); l'anno scorso il medico immunologo Roberto Burioni ha vinto con Il vaccino non è un’opinione (Mondadori).
Quest’anno le cinque opere finaliste, selezionate dal Comitato Scientifico per essere sottoposte al giudizio degli studenti sono state:
- La bottega dello scienziato: Introduzione al metodo scientifico di Alessandro Della Corte e Lucio Russo (Il Mulino)
- L’ordine del tempo di Carlo Rovelli (Adelphi)
- La tempesta in un bicchiere: Fisica della vita quotidiana di Helen Czerski (Bollati Boringhieri)
- Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà di Marco Malvaldi (Rizzoli)
- Fisica per la pace. Tra scienza e impegno civile di Pietro Greco (Carocci Editore)

Il verdetto sarà annunciato il 21 aprile, nelle cerimonie che si svolgeranno contemporaneamente dalle ore 11.00 alle 13.00, nelle sedi di:
• L’Aquila, presso l’Auditorium del Gran Sasso Science Institute (Viale Michele Iacobucci, 2)
• Lecce, presso le Officine Cantelmo
• Cagliari, presso la Sala Congressi (asse E) del Complesso Universitario di Monserrato
• Catania, presso l’Aula Magna del Dip. di Fisica e Astronomia dell'Università di Catania (Cittadella Universitaria, Edificio 6, V. S. Sofia 64)
• Perugia, presso il Dipartimento di Fisica e Geologia – Aula F (Via A. Pascoli snc)
• Camerino, presso la Sala Convegni del Rettorato dell’Università di Camerino
• Rende (Cosenza), presso il Dip. di Fisica, Università della Calabria - Aula Seminari (Ponte Pietro Bucci, cubo 31C)

In quella stessa occasione, il comitato scientifico del concorso premierà anche gli studenti – tre per ogni libro, per un totale di 15 per regione – che si sono distinti come autori delle migliori recensioni e che saranno chiamati a presentare le cinque opere in gara.
L’attività di lettura, analisi e recensione delle opere in gara degli studenti viene certificata dagli enti organizzatori ed è valida ai fini dei percorsi di alternanza scuola-lavoro e dell’attribuzione dei crediti formativi previo riconoscimento delle scuole partecipanti.

La terza edizione del “Premio Asimov” è promossa e organizzata da:
Gran Sasso Science Institute (GSSI), Sezioni di Cagliari, Lecce e Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Dipartimento di Matematica e Fisica ′′E. De Giorgi′′ dell’Università del Salento, Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania, Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria, della Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino.
L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Abruzzo, dalla Società Italiana di Fisica (SIF), dall‘Accademia dei Lincei, dalla Società Italiana di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione (SIGRAV), dal Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze (CICAP), dai Laboratori Nazionali del Sud e del Gran Sasso, dalle Sezioni di Catania e dal Gruppo collegato di Cosenza dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), dall’Università di L’Aquila, dall’Università di Camerino, dall’Università di Cagliari e dal CRS4 Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Premio Asimov: http://asimov.gssi.it/