Monday, 30 October 2017 back

Divulgazione scientifica: torna il Premio Asimov

È iniziata la terza edizione del Premio Asimov per l’editoria scientifica divulgativa, istituito nel 2016 dal Gran Sasso Science Institute e, nel tempo, arricchitosi di tanti altri partner istituzionali.

Dopo il successo della prima edizione, con 200 studenti provenienti da scuole superiori abruzzesi, straordinariamente cresciuto nella seconda edizione con oltre 1400 partecipazioni da Puglia, Abruzzo e Sardegna, l'edizione 2018 si preannuncia ancora più partecipata. Quest'anno aderiranno al Premio anche Marche, Umbria, Calabria e Sicilia, arrivando così a coinvolgere sette regioni italiane.

Anche in questa edizione, il Premio Asimov punterà sul format che vedrà coinvolti gli studenti sia nella veste di giurati - chiamati a scegliere la migliore opera di divulgazione scientifica pubblicata nel 2017 - sia in quella di concorrenti. Gli autori e le autrici delle migliori recensioni saranno infatti a loro volta premiati in occasione della cerimonia conclusiva che si terrà a primavera in contemporanea nelle sedi dei partners aderenti all'iniziativa.

Il primo anno il riconoscimento come autore della migliore opera di divulgazione scientifica è andato al chimico inglese Peter Atkins, premiato dagli studenti abruzzesi per il libro Che cos’è la chimica? (Zanichelli); l'anno scorso il medico immunologo Roberto Burioni ha vinto con Il vaccino non è un’opinione (Mondadori).

Quest’anno le cinque opere finaliste, selezionate dal Comitato Scientifico per essere sottoposte al giudizio degli studenti sono:

- La bottega dello scienziato: Introduzione al metodo scientifico di Alessandro Della Corte e Lucio Russo (Il Mulino)
- L’ordine del tempo di Carlo Rovelli (Adelphi)
- La tempesta in un bicchiere: Fisica della vita quotidiana di Helen Czerski (Bollati Boringhieri)
- Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà di Marco Malvaldi (Rizzoli)
- Fisica per la pace. Tra scienza e impegno civile di Pietro Greco (Carocci Editore)

Le ore maturate dagli studenti per le attività di lettura e valutazione dei libri verranno riconosciute dagli enti organizzatori ai fini dei percorsi di alternanza scuola-lavoro e dell’acquisizione di crediti formativi.

Maggiori informazioni saranno presto disponibili sul nuovo sito del Premio Asimov.